Firenze tra arte, nobiltà ed esoterismo

Quando si pensa a Firenze, l’esoterismo non è certo la prima cosa che viene in mente. Il capoluogo Toscano è ben più famoso per l’arte (non per niente la Galleria degli Uffizi è uno dei suoi fiori all’occhiello), il suo nobile passato, ben rappresentato dalle cappelle medicee, e l’imponente cattedrale di Santa Maria del Fiore, adornata dalla famosissima cupola del Brunelleschi. Eppure, pur non potendo contare su un legame col mondo dell’occulto stretto come quello di Torino, anche nelle strade di Firenze è possibile imbattersi in vari riferimenti alle sfere della magia e dell’alchimia.

Continua a leggere “Firenze tra arte, nobiltà ed esoterismo”

Il Castello Angioino-Aragonese di Gaeta

Tra i monumenti più importanti Gaeta, spicca il Castello Angioino – Aragonese, che si erge su un promontorio marittimo. È sito vicino al Monte Orlando.
Il castello si divide in due parti: quella più alta, di origine Aragonese, detta “Alfonsino”, eretta da Alfonso d’Aragona nel 1442 quando fece di Gaeta la base per la conquista del trono di Napoli, è occupata dalla Scuola Nautica della Guardia di Finanza; mentre la zona Angioina, edificata nel 1279 durante il regno di Carlo d’Angiò, ospita una sede dell’università di Cassino.

Continua a leggere “Il Castello Angioino-Aragonese di Gaeta”

La Montagna Spaccata di Gaeta

La Montagna Spaccata è uno dei luoghi più suggestivi ed evocativi di Gaeta. Si tratta, come suggerisce il nome, di un monte squarciato con tre fenditure. La leggenda che quando Gesù Cristo morì sulla croce, il velo del Tempio di Gerusalemme si squarciò provocando tre profonde fenditure nella roccia.

Sulla Montagna si erge il Santuario della SS. Trinità. A sinistra della chiesa, una delle fenditure conduce alla Grotta del Turco, un luogo di pellegrinaggio. Vediamo alcune storie legate alla Montagna.

Continua a leggere “La Montagna Spaccata di Gaeta”

La Torino dell’occulto

Non solo residenze reali, piazze eleganti e un passato industriale: Torino nasconde anche un lato oscuro…

Elegante, austera, nobile: quando si pensa a Torino, le prime immagini che vengono in mente sono probabilmente quelle di lunghi portici, maestosi palazzi reali e deliziosi caffè storici. Tuttavia, il capoluogo piemontese nasconde un’anima mistica che può sfuggire agli occhi di chi si limita ad ammirarne la superficie.

Gli appassionati di occulto ed esoterismo trovano in Torino una meta di viaggio quasi obbligata; secondo la leggenda, infatti, la città si troverebbe all’esatta intersezione dei triangoli della Magia Bianca, insieme a Lione e Praga, e quello della Magia Nera, con Londra e San Francisco. Questa posizione strategica sarebbe stata scelta da Fetonte, figlio di Iside (la dea della magia), poiché la città sorge all’intersezione di due fiumi, il Po e la Dora. Secondo la leggenda, il Po rappresenterebbe il Sole e la mascolinità, mentre la Dora la Luna e la femminilità; unendosi, i due fiumi creano una forma a Y che simboleggia il bivio che porta, da una parte, verso il cielo, e dall’altra verso gli inferi. Inoltre, si crede che Fetonte volesse innalzare all’intersezione tra i due fiumi un culto al dio Api, che nell’iconografia egizia veniva rappresentato con le sembianze di un toro.

Continua a leggere “La Torino dell’occulto”

Il grande cuore d’Abruzzo: il lago di Scanno e il borgo

Eccomi qui tornata con un nuovissimo articolo. Oggi parleremo di una delle meraviglie abruzzesi: il lago di Scanno. Essendo una persona affetta dalla sindrome della Wanderlust e non potendo, per il secondo anno consecutivo, spostarmi per girare il mondo, ho deciso di riscoprire i piccoli borghi abruzzesi e di parlarvene. L’Abruzzo, nonostante sia una regione molto piccola e ancora poco conosciuta, è ricca di bellezze naturali e artificiali che vale la pena esplorare.

Continua a leggere “Il grande cuore d’Abruzzo: il lago di Scanno e il borgo”

زيارة بغداد ft. Ayser S. Croft

Benvenuti a tutti! In questa nuova intervista, il mio amico Ayser, di Baghdad, ha accettato di raccontarci un po’ della sua città natale e del suo paese!

Ciao Ayser, e grazie per la tua partecipazione! Raccontaci di te, presentandoti: quali sono le tue passioni? Che cosa studi?

Ciao a tutti! Mi chiamo Ayser, sono nato nel 1995 in Iraq e sono cresciuto a Baghdad. Ho sempre abitato qui, vivendo così varie esperienze. Sono molto appassionato di tecnologia e programmazione. Sono specializzato in informatica e mi sono recentemente laureato in questo campo.

Continua a leggere “زيارة بغداد ft. Ayser S. Croft”

Viaje a Venezuela ft. Jon Zorroza

Benvenuti! In questo nuovo articolo d’intervista, il mio buon amico Jon, originario del Venezuela, si esprimerà su questo distante e curioso paese.

Per cui Jon, ti ringrazio per la partecipazione! Inizia pure presentandoti, dicci un po’ di te.

Ciao, prima di tutto ti ringrazio molto per questo spazio che mi lasci nel tuo blog.
Mi chiamo Jon Zorroza, ho 27 anni, sono un ingegnere industriale, sono anche un musicista nel tempo libero. Ho vissuto la maggior parte della mia vita in Venezuela, anche se ho una madre italiana e un padre basco.

Continua a leggere “Viaje a Venezuela ft. Jon Zorroza”

Explorando o Brasil ft. Hebert Garcia

Original em língua portuguesa aqui:

Benvenuti in questo nuovo articolo! Il mio amico Hebert Garcia ha accettato di collaborare a un’intervista sul bellissimo paese del Brasile.
Grazie per la tua partecipazione, Hebert! Inizia pure presentandoti. Qual è il tuo lavoro? Quali sono le tue passioni?

Ciao! Sono Hebert Nunes Garcia, nato nello stato di San Paolo dove dicono che è lì che succede di tutto.
Per dare un’idea della grandezza di questo pezzetto di Brasile, la capitale è la decima città più ricca del mondo, dato che accoglie persone da altri stati in cerca di lavoro.
Ho 29 anni, sono sposato da circa 7 e sono padre di un figlio di 5 anni. Sono laureato in Logistica, che è il settore in cui lavoro.

Continua a leggere “Explorando o Brasil ft. Hebert Garcia”

L’esperienza del viaggiare ft. Veronica Cartolano

Salve a tutti! In questo nuovo articolo off-topic ho deciso di parlare dell’esperienza del viaggiare, e qual miglior modo che intervistare una persona che l’ha sperimentata a lungo sulla propria pelle?

Veronica, che ha viaggiato per molte mete, ha accettato di contribuire generosamente raccontando della propria esperienza. Senza perderci in ulteriori chiacchiere, andiamo alle domande.

Ciao e grazie per aver deciso di partecipare a questa intervista! Inizierò subito con la prima domanda. Qual è il motivo o l’ispirazione principale che ti spinge a viaggiare?

Continua a leggere “L’esperienza del viaggiare ft. Veronica Cartolano”