Il fascino della letteratura weird ft. Ray Hermanni Lewis

La letteratura weird rappresenta un mondo tanto oscuro quanto affascinante. Fanno parte di questo “filone” i libri scritti da alcuni autori molto apprezzati, tra cui H.P. Lovecraft, Edgar Allan Poe, Ray Bradbury e Stephen King. Può avere dei tratti in comune con il genere horror, ma non è una regola fissa. Per essere catalogabile come weird, un libro, di qualsiasi genere, deve avere a che fare con ciò che è ignoto e incomunicabile. Gli elementi soprannaturali non mancano mai e tendono a mettere a dura prova la psiche dei protagonisti, che spesso precipitano nella follia di fronte a ciò che il cervello umano non può comprendere.

Oggi parleremo di questo argomento (e non solo) con Ray Hermanni Lewis, ideatore della rivista Weirdbreed, amministratore dell’omonimo gruppo Facebook (oltre che di “Misteri e misteri”) e creatore del canale YouTubeL’eccezionale”.

Ciao Ray e grazie per aver accettato di prendere parte a questa intervista!

Potresti spiegarci com’è nata l’idea di creare Weirdbreed?

Weirdbreed è un gruppo che nasce da diverse esigenze. Ho sempre amato la letteratura fantastica e tutti i suoi sottogeneri. Il weird del secolo scorso mi ha sempre affascinato, soprattutto quelle riviste che pubblicavano la produzione di autori oggi diventati dei cult. Con questa idea ho provato a creare qualcosa che inglobasse tutte le mie passioni letterarie. Siamo ancora una piccola realtà ma ogni giorno il gruppo si arricchisce di nuovi scrittori, illustratori e artisti che amano quei generi che al giorno d’oggi vediamo un po’ bistrattati. Weirdbreed vuole essere un rifugio per gli autori strani, per la nostra “strana razza” di artisti, e dico artisti perché siamo aperti a ogni forma d’arte. Anche la spinta della mia collaboratrice Rita Panitti è stata fondamentale e insieme ci siamo tuffati in questo mare bizzarro che è la letteratura fantastica. Weirdbreed vuole essere anche una rivista, un punto di sbarco magari per bravi autori, un faro nella nebbia per le nostre creature in bianco e nero.

Quali libri consiglieresti per chi vuole avvicinarsi alla letteratura weird?

Il genere weird e le sue future mutazioni sono un punto di partenza per il fantastico di qualità e quindi consiglio la lettura di autori come: Arthur Machen; Clark A. Smith; Lord Dunsany; H.P. Lovecraft; August Derleth e molti altri. Tra i libri posso consigliare opere come: Il grande dio Pan, Il richiamo di Cthulhu, Il guardiano della soglia ecc. Prima di tutto questo è meglio trangugiare per bene le opere di quello che considero il  nonno della letteratura weird: Edgar Allan Poe. Una menzione specifica va inoltre a Guy De Maupassant.

Pensi che negli ultimi anni il genere sia diventato un po’ più conosciuto?

Sì, negli ultimi anni c’è stata a una rinascita del weird. I giovani soprattutto così come i media si sono molto avvicinati al genere contribuendo a farlo rifiorire. Anche molti nuovi autori si sono affacciati nel panorama letterario del new weird e i film e le serie tv ultimamente dilagano. Per quanto durerà? Chissà, è difficile da prevedere.

So che oltre a occuparti di Weirdbreed gestisci anche il canale YouTube “L’eccezionale”, dove parli di misteri, storie e curiosità varie. Cosa puoi dirci su questa esperienza?

Il canale YouTube “L’eccezionale” è nato dalla mia sfrenata curiosità per il mondo e la cultura generale. In realtà ho sempre pensato che il canale fosse per me come un diario e nel tempo ho iniziato ad appuntare storie, curiosità, misteri, luoghi particolari, racconti e tanto altro. Successivamente sono diventati video di divulgazione per me e per chiunque voglia incuriosirsi con me. Adesso il canale è legato al mio gruppo Facebook sui misteri che amministro da un po’ e che al momento conta quasi 30.000 iscritti.

Spero di riuscire ad allineare il più possibile entrambe le realtà e creare un grande centro di divulgazione culturale, che passa attraverso la lente di ingrandimento della scienza.

Hai in mente nuovi progetti per il futuro?

I progetti futuri sono tanti e con calma spero di realizzarli. Oltre alla divulgazione culturale provo a combattere la cattiva informazione e le fake news che minano continuamente il sapere storico e la cultura generale, oltre che la mente dei più plagiabili. Credo che sia un dovere dei divulgatori provare a combattere questa grande guerra. Nel cassetto c’è un romanzo weird dalle venature horror e dark fantasy che si chiama “il regno invisibile” e che spero vedrà la luce quanto prima. Oltre a questo vorrei pubblicare una raccolta di racconti weird che si pregiano della collaborazione di alcuni illustratori. Nel contempo mi dedico al mio consueto lavoro sulle colonne sonore di film, corti e audio racconti.

La guerra, il progresso e il legame perduto con il folklore ft. Simone Vannetti

Ciao a tutti e benvenuti a una nuova intervista.

Poche settimane fa abbiamo parlato di “Illusi – Diario di favole mai raccontate”, il libro d’esordio di Simone Vannetti. Si tratta di un fantasy particolare, ambientato in uno dei periodi più turbolenti della storia recente dell’umanità e ricco di riferimenti al folklore occidentale. Oggi andremo a fare quattro chiacchiere con l’autore, per capire meglio com’è nata quest’opera e quali sono i messaggi che vuole trasmettere.

Continua a leggere “La guerra, il progresso e il legame perduto con il folklore ft. Simone Vannetti”

Il mondo delle creazioni handmade ft. Elena Altamura

Benvenuti! Di recente ho avuto modo di imbattermi nel colorato mondo di EA Idea (aka Elena Altamura), un’artista specializzata in creazioni handmade di vario tipo.

Sono stato molto colpito non solo dalla passione dell’artista, ma anche dalla sua bravura e dal suo talento nel realizzare creazioni su misura.

Per cui, Elena, ti ringrazio per aver accettato di partecipare a questa piccola conversazione. Raccontaci com’è nato e si è formato il progetto di EA Idea: il tuo interesse per le creazioni handmade, come hai lanciato la piattaforma e guadagnato pubblico, arrivando quindi alla pagina attuale.

Continua a leggere “Il mondo delle creazioni handmade ft. Elena Altamura”

L’amore nella tempesta ft. J. A. Boulet

Interview in English here: Click

Benvenuti! In questa nuova intervista, la scrittrice ungherese J. A. Boulet, autrice di una serie di libri, The Olason Chronicles, che inizia con un’immigrazione del 1875, un’epidemia di vaiolo attraversando poi i periodi della Prima Guerra Mondiale, la Grande Depressione e la Seconda Guerra Mondiale ha accettato di partecipare a una breve chiacchierata sul suo lavoro.
La serie ha attirato la mia attenzione sia per l’intrigante ambientazione temporale, sia perché il protagonista affronta un periodo di autodistruzione e dolore. La serie è una saga familiare. The Wars Between Us (Libro 3) riguarda il periodo di autodistruzione e dolore del protagonista, a causa di molti errori commessi in vita vita, a cui cerca di sfuggire attraverso l’alcolismo e l’arruolamento in guerra. La donna di cui si innamora rimarrà al suo fianco attraverso tutto.
Allora, cominciamo subito con le domande per approfondire meglio quest’opera! Per cominciare, descrivici un po’ meglio e più dettagliatamente la storia della trilogia. Includi tutti e tre i libri. Qual è l’ambientazione? Quali sono i personaggi principali? Quali sono i temi più importanti?

Continua a leggere “L’amore nella tempesta ft. J. A. Boulet”

Vivere la passione per il cosplay ft. Giulia Alice Frulio

(Foto: @picciography_, Massimiliano Pellegrini)

Benvenuti! La cosplayer italiana Yayachu aka Giulia Alice Frulio, da molto tempo seguita e apprezzata da un nutrito gruppo di fans, ha gentilmente accettato di dedicarci una piccola intervista sulla sua passione. Senza perderci in ulteriori indugi, anzitutto un sentitissimo grazie, Giulia, per il tempo che ci dedicherai! Presentati pure per chi non ti conoscesse. Da quanto tempo sei una cosplayer? Come è nata la tua passione? E come si è evoluta nel corso degli anni?

Ciao! Sono Giulia e faccio cosplay da ormai dieci anni. Ho iniziato perché delle amiche al liceo, appassionate di manga e anime come me, mi hanno convinta ad andare al Romics nel 2010. Lì ho indossato il mio primo cosplay, fatto tutto a mano grazie all’aiuto di mia madre; il personaggio era Miku Hatsune dei Vocaloid, ricordo ancora che mi sono divertita da morire. Successivamente, ho fatto qualche cosplay altrettanto semplice come Stocking, di cui allego la foto. Nel tempo ho migliorato molti aspetti dei miei costumi, dal trucco alla scelta dei materiali, ma anche il posare per le foto e le espressioni facciali, o almeno ci provo!

Continua a leggere “Vivere la passione per il cosplay ft. Giulia Alice Frulio”

Scrivere un libro di poesie ft. Lorenzo Rotella

La bellezza delle idee è la loro capacità di assumere forme diverse. C’è chi le trasforma in un film o in canzoni e chi preferisce metterle nero su bianco, usandole per dare vita a storie, mondi e personaggi unici. Spesso un autore tende a scrivere centinaia di pagine solo per sviscerare al meglio un singolo concetto o trasmettere un messaggio in particolare. Nel caso della poesia avviene un processo un po’ diverso. Spesso un’idea potentissima, che potrebbe diventare senza problemi la base di un romanzo fiume, viene condensata in poche righe, affidando a elementi come la metrica e il ritmo il compito di esaltarne al meglio la bellezza. Non sempre il significato di una poesia è ovvio e a volte il lettore ha bisogno di più letture per arrivare a comprenderne appieno il significato. Ma quando ciò avviene, la potenza delle parole lo investe con la forza di un fiume in piena, risvegliando nel suo cuore sentimenti di ogni tipo.

Continua a leggere “Scrivere un libro di poesie ft. Lorenzo Rotella”

Arti marziali a 360° ft. Jahvè Troiani

Benvenuti! In questo nuovo articolo, l’appassionato di arti marziali e tirocinante aiuto istruttore  di difesa personale Jahvè Troiani ha accettato di partecipare a una piccola intervista.

Jahvè cura infatti, insieme ad altre persone, una pagina che tratta di arti marziali nella loro interezza, quindi tecniche, storia, personaggi e altre ancora.

Presentati pure Jahvè, e raccontaci com’è nata la tua passione per le arti marziali, come hai fondato la pagina e, più in dettaglio, di cosa tratta.

Continua a leggere “Arti marziali a 360° ft. Jahvè Troiani”

La nascita di un EP ft. ONIRIKO2

Il panorama musicale italiano è vastissimo. Oltre ai grandi nomi che tutti conosco, ci sono anche un’infinità di gruppi e solisti poco noti, spesso alla ricerca dell’occasione giusta per fare il salto di qualità. Alcuni di loro hanno un grande talento e ascoltandoli non si può fare a meno di chiedersi “perché non ne sta parlando nessuno?”. Devo ammettere che quando ho sentito per la prima volta gli ONIRIKO2 mi sono fatto proprio questa domanda. Ascoltando il loro EP, “Faded Words”, sono rimasto folgorato dalle sonorità che sono riusciti a evocare, così lontane da quelle ricercate dalla maggior parte dei musicisti italiani. L’unione della voce di Sandy e delle note suonate da Tommy crea a un’atmosfera dolce e onirica, perfetta per rilassarsi alla fine di una lunga giornata.

Continua a leggere “La nascita di un EP ft. ONIRIKO2”

Marketing, neuroscienza e psicologia: il neuromarketing ft. dr. ssa Danila Aurora Rizzo

Il mondo è bello perché è vario: conoscendo Danila, dottoressa in Economia e Management Internazionale, ho scoperto la sua passione per il neuromarketing, una branca della neuroeconomia di cui non avevo mai sentito parlare prima.

Incuriosito, non ho potuto fare a meno di chiederne di più (e sgraffignare la solita intervista). Dunque, grazie per aver accettato di partecipare a questo botta e risposta, Danila! Ti va di raccontarci subito in che modo è nato il tuo interesse per il neuromarketing, come si è collegato ai tuoi studi e come hai approfondito l’argomento?

Ti ringrazio per l’intervista e saluto chi la sta leggendo. È un piacere essere qui!

Continua a leggere “Marketing, neuroscienza e psicologia: il neuromarketing ft. dr. ssa Danila Aurora Rizzo”

Scrivere un saggio su Final Fantasy X ft. Federico Maestri

Pochi giorni fa vi abbiamo parlato di “Narrare il sogno degli intercessori“, un ottimo saggio incentrato sugli elementi narrativi di Final Fantasy X. Oggi andremo a fare quattro chiacchiere con Federico Maestri, autore dell’opera e grande estimatore del genere fantasy a 360 gradi.

Ciao Federico e grazie per aver accettato di partecipare a questa intervista! Per rompere il ghiaccio ti faccio una domanda piuttosto classica: come ti è venuta l’idea di scrivere un saggio sugli aspetti narrativi di Final Fantasy X? È un progetto che volevi realizzare da molto tempo?

Continua a leggere “Scrivere un saggio su Final Fantasy X ft. Federico Maestri”