FARSI CONOSCERE: LA PARTE PIÙ OSTICA DEL LAVORO FREELANCE

Eccomi tornata con un nuovissimo articolo. Oggi trattiamo un argomento molto richiesto (sul mio profilo Instagram vi avevo promesso che ve ne avrei parlato): quali sono le strategie migliori per farsi conoscere.

Premetto che così come non esiste un percorso univoco per diventare traduttori, non esistono delle strategie universali per emergere in questo settore. Il campo della traduzione in toto (traduzione tecnica, editoriale, audiovisiva) è un campo molto difficile, un po’ perché viene sottovalutato “tanto il traduttore può farlo chiunque, basta conoscere la lingua”, un po’ perché non si dispone di una conoscenza approfondita di quello di cui si occupa veramente un traduttore.

Continua a leggere “FARSI CONOSCERE: LA PARTE PIÙ OSTICA DEL LAVORO FREELANCE”

TRADUTTORI AUTOMATICI E SCARSA AFFIDABILITÀ

Eccomi qui tornata con un nuovissimo articolo. Oggi parliamo dei famosi traduttori automatici e della scarsa affidabilità degli stessi. Qualche giorno fa ho scritto un post a riguardo sul mio profilo Instagram (https://www.instagram.com/martinadicarlo_traduttrice/), ma ci terrei ad approfondire l’argomento.

Continua a leggere “TRADUTTORI AUTOMATICI E SCARSA AFFIDABILITÀ”

IL PERCORSO FORMATIVO IDEALE PER UN ASPIRANTE TRADUTTORE

Eccomi qui tornata, dopo un sacco di tempo, con un nuovissimo articolo. Oggi parleremo di un argomento che mi avete richiesto in molti su Instagram (https://www.instagram.com/martinadicarlo_traduttrice/): qual è il percorso formativo ideale per un aspirante traduttore.

Continua a leggere “IL PERCORSO FORMATIVO IDEALE PER UN ASPIRANTE TRADUTTORE”

COMPETENZA, PRECISIONE, PROFESSIONALITÀ: IL METODO DI LAVORO DI UN TRADUTTORE

Eccomi qui tornata con un nuovissimo articolo: oggi trattiamo un argomento molto importante che mette in luce quello che si nasconde dietro il lavoro di un traduttore/di una traduttrice.

Continua a leggere “COMPETENZA, PRECISIONE, PROFESSIONALITÀ: IL METODO DI LAVORO DI UN TRADUTTORE”

TRADUZIONE VS TRANSCREAZIONE

Eccomi qui tornata con un nuovissimo articolo. Oggi tratteremo la differenza che intercorre tra traduzione e transcreazione.

Traduzione e transcreazione, infatti, pur avendo lo stesso scopo, quello cioè di tradurre un contenuto dalla lingua di partenza a quella di arrivo, sono due tipologie di lavoro molto diverse. Vediamo perché:

Continua a leggere “TRADUZIONE VS TRANSCREAZIONE”

Perché in Alto Adige si parla la lingua tedesca?

Eccomi qui tornata dopo un lungo periodo di assenza (il lavoro chiama) con un nuovo articolo. Oggi trattiamo un argomento che interessa a molti: perché in Alto Adige si parla la lingua tedesca?

Continua a leggere “Perché in Alto Adige si parla la lingua tedesca?”

Il grande cuore d’Abruzzo: il lago di Scanno e il borgo

Eccomi qui tornata con un nuovissimo articolo. Oggi parleremo di una delle meraviglie abruzzesi: il lago di Scanno. Essendo una persona affetta dalla sindrome della Wanderlust e non potendo, per il secondo anno consecutivo, spostarmi per girare il mondo, ho deciso di riscoprire i piccoli borghi abruzzesi e di parlarvene. L’Abruzzo, nonostante sia una regione molto piccola e ancora poco conosciuta, è ricca di bellezze naturali e artificiali che vale la pena esplorare.

Continua a leggere “Il grande cuore d’Abruzzo: il lago di Scanno e il borgo”

La mia esperienza di traduttore con Peacelink

Eccomi qui tornata con un nuovissimo articolo. Oggi vi parlerò della mia esperienza come traduttrice volontaria per l’associazione Peacelink – Telematica per la pace.

Continua a leggere “La mia esperienza di traduttore con Peacelink”

Lingua tedesca: le difficoltà traduttologiche

Eccomi qui, tornata più carica che mai con un articolo tanto richiesto: le difficoltà traduttologiche della lingua tedesca. Ebbene sì, oltre che dall’inglese, traduco anche dal tedesco e vi posso assicurare che le problematicità della traduzione sono numerose, ma, come si dice… c’è sempre una soluzione a tutto! E quando la si trova, la soddisfazione è ancora più grande.

Continua a leggere “Lingua tedesca: le difficoltà traduttologiche”